Isylea

Gli Elfi

~ Dalle parole di Veninor, ultimo Herth di Annwyn ~

"Il portale è stato distrutto.
Neanche la metà oscura del Panderyan potrà varcare il nulla che circonda Annwyn, ora.
I Suoi orchi han messo fine all'esistenza di molti nostri fratelli, ma non potranno più raggiungerci; adesso siamo chiusi fuori dall'universo materiale a causa della nostra stessa fierezza. Abbiamo frapposto una barriera che non possiamo più varcare tra i corpi che Seleia ci ha donato ed il mondo fisico, condannandoci quindi alla debolezza ed alla morte.
Elynonn ha però avuto la giusta illuminazione.
I Nolequendi hanno stabilito che il Seme va piantato, esso rappresenterà la base di un nuovo patto con la Dea.
Anche Ashandel ha parlato: l'Andalòre, il lungo sonno senza sogni, attende i nostri corpi, affinché l'albero possa crescere e rafforzarsi fino al giorno in cui il mondo sarà di nuovo pronto per accogliere i nostri passi. Le Sue parole, che attraversano il vuoto cosmo che circonda Annwyn inaudibili a chi veste di carne, hanno pronunziato la parola 'cuilenon', una nuova nascita, un dono con cui gli Dèi ripristineranno l'equilibrio infranto tra le due metà del Panderyan.
L'Incanto è stato lanciato, questi saranno probabilmente i miei ultimi pensieri dato che, come Herth, non ho un corpo da far dormire.
È il decimo giorno del duemilacinquantottesimo anno ed il popolo degli elfi dormirà per volere degli Dei.
Che l'Equilibrio ci sostenga."

NATURA ELFICA

Gli elfi discendono dai Sidhe, potenti entità di natura divina, originarie di un piano d'esistenza esterno ad Isylea. Nel corso di una sorta di esodo spirituale verso il mondo materiale i Sidhe hanno abbandonato la loro natura spiritica, assumendo un corpo fisico in grado di sottostare alle leggi del nuovo piano d'esistenza. Da questa trasmigrazione hanno avuto origine gli elfi, creature di carne e sangue, legate come tutti i mortali ad una forma fisica, ma al contempo in grado di esistere anche su un semi-piano al di fuori di Isylea noto come Annwyn, la Stella degli Elfi, la loro casa.
Ogni elfo incarna dunque due nature, come se un 'alone spirituale' lo accompagnasse. In base all'equilibrio o al disequilibrio delle sue energie spirituali anche il suo corpo fisico ne risente, in base ad un effetto noto come lilines.

ASPETTO E FORMA FISICA

Sebbene dotato di un corpo fisico di carne e sangue ogni elfo possiede, al suo interno, un fàna, uno spirito che i mortali definirebbero anima, ma che per l'elfo è più che altro una vera natura, una fiammella o scintilla di essenza che richiama alla sua origine di Sidhe. Il fàna è qualcosa di più durevole dell'anima umana, in grado di influenzare molto più da vicino anche i cicli fisiologici del corpo mortale che l'elfo 'indossa'.
Per questo motivo gli elfi invecchiano ad un ritmo enormemente più lento di quello di un mortale, alcuni membri della loro razza hanno raggiunto e superato i duemila anni di età, ma in generale nessun elfo conosce la morte biologica come nota agli umani. Più in generale gli elfi anziani tendono a perdere forma fisica diventando Herth, o più in generale non arrivano ad un'età tanto avanzata a causa di morte violenta o accidentale.
Il corpo fisico degli elfi è di corporatura decisamente minuta, aggraziato e proporzionato ha una statura di un metro e quaranta circa, la carnagione è piuttosto chiara, mentre i capelli sono normalmente di tutti i colori, dal nero al biondo in giovane età, fino al bianco per i soggetti più anziani e vengono spesso portati lunghi sulle spalle.
La caratteristica che più salta agli occhi sono sicuramente le orecchie, che si presentano leggermente appuntite verso l'alto. Sono generalmente esseri molto intelligenti, agili e veloci, ma con una resistenza fisica limitata. Rispetto ai canoni umani hanno un aspetto che può apparire leggermente 'adolescenziale' almeno fino ad un'età piuttosto avanzata, sono infatti completamente glabri, privi di peluria corporea o peli facciali.
L'aspetto degli elfi, quanto più la loro lilines si avvicina al lato spirituale, tende ad assumere caratteristiche in qualche modo 'sovrannaturali'. Non è rado avere l'impressione che un alone tangibile avvolga il corpo di un elfo, o che la sua figura risulti agli occhi leggermente sfocata, o addirittura incorporea. Gli elfi più materiali, al contrario, presentano una conformazione fisica molto più naturale.

Isylea © 2003-2017