Isylea

Gioco dell'Elfo

DOMANDE FREQUENTI

  1. Qual è la differenza tra ranger e difensori?
  2. Se i ranger non cacciano né si allenano, come fanno a difendere i cercatori?
  3. I Nolequendi dovranno stare sempre sempre rinchiusi in Annwyn?
  4. Bene, allora farò un nolequende
  5. Sembra che i cercatori non faranno altro che lavorare. Non è noioso?
  6. Ho degli amici tra le altre razze, posso andare a giocarci assieme?
  7. Può un elfo uccidere?
  8. Gli elfi sono buoni o cattivi?
  9. Aspetta, che vuol dire "un elfo non mente"?
  10. Tra gli elfi c'è proprietà privata?
  11. Che opinione ha un elfo delle altre razze?
  12. Volevo giocarmi un mezz'elfo...


Qual è la differenza tra ranger e difensori?

Il principale scopo dei difensori è proteggere la Syphae da qualsiasi minaccia possa essere eliminata combattendo e sono di fatto gli unici che possano essere considerati parte dell'esercito elfico. I ranger invece sono fondamentalmente esploratori che apprendono qualche tattica di guerriglia, ma definitivamente NON guerrieri.

Se i ranger non cacciano né si allenano, come fanno a difendere i cercatori?

Conoscendo quali pericoli la zona presenti e come aggirarli. E talvolta usando l'arco.

I Nolequendi dovranno stare sempre sempre rinchiusi in Annwyn?

Si suppone che un Nolequende passi la maggior parte del proprio tempo su Annwyn, così come per un cercatore dovrebbe essere normale trascorrere le proprie giornate per lo più su Isylea.
E' tuttavia previsto (e meccanicamente incoraggiato) che ogni elfo cerchi di evitare la lilines suddividendo il proprio tempo tra il mondo fisico e quello spirituale, cosa che di fatto costringerà anche i più spirituali tra gli elfi a trovarsi qualcosa da fare sul mondo.

Bene, allora farò un nolequende

Che tu abbia in mente un certo tipo di gioco sta bene, ma il personaggio con cui comincerai sarà un elfo appena risvegliato, in quello che si potrebbe chiamare il punto più basso della reputazione sociale.
Al tuo PG non verrà assegnato un ruolo semplicemente perché lo chiedi: dovrà meritarselo in gioco, e potrebbe anche non essere mai ritenuto adatto a ricoprirlo.
Alcuni ruoli, inoltre (come il nolequende) sono controllati con molta più severità rispetto ad altri, e sono quindi più difficili da ottenere.

Sembra che i cercatori non faranno altro che lavorare. Non è noioso?

Non è che il cercatore si occupi "solo" di raccolta, sarebbe come dire che il falegname non faccia altro che tagliare assi. Può naturalmente dedicarsi a qualsiasi altra cosa voglia (nei limiti di quanto sia sensato fare, ovviamente), come scrivere, cantare, coltivare... semplicemente la Syphae si aspetta che recuperi anche le materie prime.

Ho degli amici tra le altre razze, posso andare a giocarci assieme?

No; gli elfi sono pensati per essere una razza chiusa, ed è previsto che la maggior parte delle interazioni avvengano tra elfi, salvo rarissime eccezioni.
Questo non significa che non capiteranno mai occasioni per giocare anche con altre razze (esistono anzi svariati motivi per cui gli elfi si troveranno costretti a farlo), ma si tratterà sempre e comunque di incontri motivati e ben circostanziati: nessun elfo andrà mai in taverna a Khenam tanto per passare il tempo, né tantomeno ad allenarsi coi Bahelen in un pomeriggio di solitudine.

Può un elfo uccidere?

Gli elfi hanno il massimo rispetto per la vita ed il mondo creato da Seleia: nessun elfo attaccherà o cercherà mai di nuocere ad una delle sue creature se non assolutamente costretto. Inoltre, per propria sussistenza, gli elfi non necessitano né di uccidere animali né di abbattere alberi, né tantomeno di sfruttarne i rispettivi prodotti (latte, uova, frutta).
L'uccisione intenzionale dovrebbe essere concepibile esclusivamente per quelle creature la cui esistenza si dimostri un pericolo eccessivo per la Syphae o per la stessa Isylea, tentando in tutti gli altri casi di stordire o catturare il proprio avversario.

Gli elfi sono buoni o cattivi?

Gli elfi non mentono e cercano di rispettare ogni forma di vita. Agiscono con lo scopo di proteggere il mondo di Seleia e faranno qualsiasi cosa ritengano necessaria per riuscire nel loro compito.
Il modo in cui le altre razze poi giudicheranno le loro azioni (buone o cattive) sarà naturalmente deciso in gioco in base alle conseguenze delle azioni stesse sulla vita delle varie civiltà.

Aspetta, che vuol dire "un elfo non mente"?

Gli elfi parlano una lingua molto difficile da usare, la cui complessità risiede nel fatto che la parola pronunciata è estremamente vincolante con la realtà: non puoi dire "quell'uccello vola" se non quando quell'uccello stia realmente volando.
In un simile contesto appare subito evidente che mentire significa rinnegare tutta la cultura elfica in un sol colpo, un comportamento completamente fuori dalla natura psicologica di un elfo, nonché motivo per cui nessun elfo mente consciamente.

Omettere è accettabile, anche se i legami affettivi tra elfi spingono di solito alla massima sincerità possibile durante i discorsi con gli altri membri della Syphae. Il concetto fondamentale comunque rimane: un elfo non proferirà mai parola non vera.

Tra gli elfi c'è proprietà privata?

No. Un elfo usa ciò che gli serve.
Per questo esatto motivo un elfo non dovrebbe prendere oggetti a meno che non ne abbia bisogno (immediato od anche solo come potenziale futuro) né dovrebbe in generale prenderne tra quelli che sa essere usati da altri fratelli; insomma, se ho un arco nella mia camera è ragionevole pensare che sia lì perché conto di usarlo a breve.

Che opinione ha un elfo delle altre razze?

Umani:
Una razza di luci ed ombre; pur apprezzandone il culto di Veitien, considerano gli umani immaturi e culturalmente infantili. Alcuni elfi mantengono con loro un atteggiamento persino più distaccato, disgustati dalle loro barbariche tradizioni.

Dryma:
È considerato un mezzo-spirito, metà animale e metà sovrannaturale. La loro cultura è ritenuta nulla e spesso disprezzata più che quella umana, ma il loro bizzarro legame con il mondo degli spiriti non manca di suscitare interesse persino tra i più anziani di loro, in modo analogo a ciò che farebbe un animale magico ed estremamente esotico.

Nani:
I nani incarnano il concetto stesso di materia, ad un livello non raggiungibile per nessun elfo e proprio per questo pericoloso. Gli elfi rispettano e riconoscono la loro antica civiltà, vedendola nel contempo come una potenza anche tendenzialmente pericolosa su cui vigilare con diffidenza.

Goblin:
Sono considerati dagli elfi un bizzarro scherzo della natura, per lo più mite ed inoffensivo e talvolta persino meritevole di attenzioni.

Orchi:
Gli eterni nemici della creazione, incapaci di agire se non per servire Karden; l'unica possibile trattativa con loro è quella condotta dalle lame.

Volevo giocarmi un mezz'elfo...

Su Isylea non esistono mezz'elfi, elfi oscuri, elfi rossi od in generale gruppi di elfi esterni alla Syphae.
Gli elfi hanno coppie fertili solamente tra loro, mentre gli altri ruoli non sono semplicemente possibili da background.

Isylea © 2003-2017