Autore Topic: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso  (Letto 8532 volte)

Luyu

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #30 il: Lunedì 09 Lug '12, 11:05 »
Metis

A per me leggere che Benni è una lettura semplice lascia sempre un po' perplessa.
Lo è se ti soffermi sulla scorrevolezza e alla fantasia del suo racconti.
Benni fa largo uso di neologismi, i suoi racconti riportano quasi sempre uno spaccato della nostra storia, caratterizza tanto i suoi personaggi da renderli vivi con pensieri e racconti nel racconto, cosa che non si può dire di altri scrittori anche di fama mondiale, e il tutto condito dalla splendida ironia che lo caratterizza.
Poi se vogliamo fare dei confronti con altri scrittori storici le cui opere sono delle pietre miliari della letteratura, allora è ovvio che non regga il paragone... un po' come paragonare Sordi a Robert De Niro, ed io adoro Sordi.

E dopo questa parentesi, concordo su quanto scritto da Seavel, che poi è quello che ho cercato di dire in tutti gli altri interventi.
Se un libro ha la capacità di avvicinare qualcuno alla lettura per me anche un Moccia va bene, l'importante è che ci sia qualcuno in grado di guidare/suggerire altre letture che vanno oltre il povero MOccia. ;D

Citazione
Vedi Darsian ad esempio che a furia di leggere porcherie non riesce a riconoscere il valore culturale di Topolino.

Che dolore mi dai!
Ma è tutta colpa degli alieni che gli fanno il lavaggio del cervello, salviamolo!

Metis

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #31 il: Lunedì 09 Lug '12, 12:31 »
Non per dire ma fra De Niro e Sordi, quello figo è Sordi!

Yargut

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #32 il: Lunedì 09 Lug '12, 12:37 »
Non per dire ma fra De Niro e Sordi, quello figo è Sordi!

Ah se per De Niro contiamo anche gli anni '00 vince Sordi sicuro :P

Luyu

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #33 il: Lunedì 09 Lug '12, 12:44 »
Non per dire ma fra De Niro e Sordi, quello figo è Sordi!
Senza dubbio..
Solo che Sordi non aveva la popolarità di De Niro, che comunque è pur sempre De Niro .. ;D

Kiryan

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #34 il: Lunedì 30 Lug '12, 08:06 »
lette tutte e tre le saghe, il mio giudizio e' che la Troisi dovrebbe smettere di scrivere per vendere (Ma si sa che questo e' impossibile), il potenziale c'e', pero' una saga e' identica all'altra, lo "svolgimento" del libro e' sempre lo stesso, non varia mai da una saga all'altra e finisce sempre in maniera pietosa.
Piuttosto che la Troisi, consiglio vivamente Dragonlance, molto piu' epico e "credibile".
Cio' non toglie che il mondo della Troisi abbia delle trovate molto belle, peccato che vengano poi rovinate.

Comunque le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, non le consiglierei ad un novellino del genere, scappa a gambe levate, troppo complicato e troppo crudo come contenuti, muoiono personaggi ad ogni pagina, non si fa in tempo ad affezionartici che Martin te lo fa fuori :P

Luyu

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #35 il: Lunedì 30 Lug '12, 19:37 »
Citazione
Comunque le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, non le consiglierei ad un novellino del genere, scappa a gambe levate, troppo complicato e troppo crudo come contenuti, muoiono personaggi ad ogni pagina, non si fa in tempo ad affezionartici che Martin te lo fa fuori :P
Non sono assolutamente d'accordo, le uniche persone a cui lo Sconsiglierei sono i NON amanti del genere fantasy medievale... per il resto, dopo l'impatto iniziale con la morte del primo personaggio( di cui non scrivo il nome per chi non l'avesse ancora letto  :) ) tutte le altre morti, capisci che fanno parte dello sviluppo della storia...

Kiryan

  • Visitatore
Re: Le guerre del mondo emerso e le cronache del mondo emerso
« Risposta #36 il: Martedì 31 Lug '12, 03:24 »
quello e' vero, ma e' pur vero che Martin e' completamente fuori dagli schemi.