Isylea

Clan

I QUATTRO CLAN MAGGIORI

Dei molti clan in cui un tempo era suddivisa la società dei nani ne sono sopravvissuti alle Guerre degli Orchi ben pochi.
In particolare delle famiglie più rilevanti quattro hanno mantenuto lo status di clan maggiori: i clan Darbek, Kurbal, Durlach e Bolthran, che ancora detengono funzioni istituzionali nell'Impero e propri possedimenti.
Tre invece sono clan minori, o decaduti, poco più che famiglie di nani con antenati comuni.

IL CLAN DARBEK

Il Clan Darbek, nato da Kracto Darbek, è relativamente giovane essendosi creato durante il 43° ciclo.
In pochi cicli è diventato però molto influente grazie anche alla condotta dei suoi capi-clan che avevano l'usanza, durante le guerre tra Clan, di offrire agli sconfitti la possibilità di essere inglobati nel Clan Darbek come normali membri della famiglia.
I Darbek sono famosi per essere stati i primi ad arruolare le donne nella milizia, che valse loro il nome di Darbek Drok Tir, Darbek Cuore di Femmina, usato inizialmente come insulto verso questo Clan e poi diventato motivo di rispetto quando un corpo di milizia Darbek formato da sole donne entrò nella fortezza Treborn (un clan scomparso durante le Guerre degli Orchi) e si impossessò delle scorte di Ferro Meteorico.
I Darbek di sangue puro sono principlamente dai capelli rosso-ramati e dalla pelle chiara, quasi pallida. Nel corso dei cicli, avendo incorporato altre famiglie, sia per motivi politici che per averli battuti in battaglia, la carnagione si è un po' scurita mentre il colore dei capelli è rimasto quasi identico. I membri non di sangue puro (cioè non originari della famiglia Darbek) vengono considerati esattamente come quelli di sangue puro.
I Darbek sono noti per le loro feste, durante le quali vengono disputati diversi tornei, alcuni di intelletto, altri si basano sulla forza.
I Darbek sono caratterizzati dall'impiego di donne in maniera paritaria come guerrieri e per il valore delle loro donne-soldato, amano le feste, sono noti per un'indole abbastanza arrogante ed aristocratica, testardi, un pò boriosi e cocciuti. Hanno un forte senso dell'onore personale (più che dovere generale) e in qualche senso un connotato anche cavalleresco e 'nobiliare'.
A nome dell'impero è compito dei Darbek regolare l'accesso alle pericolose contrade orientali del Regno Sotterraneo, autorizzando esclusivamente i membri idonei degli altri clan.
Lo stemma del clan Darbek è costituito da due asce incrociate.

IL CLAN KURBAL

Il Clan Kurbal è al momento il più antico Clan conosciuto, si narra fosse stato fondato ben prima dell'inizio del Calendario (cioè prima della Cacciata da Isylea).
Storicamente se ne riporta la fondazione a Feril Kurbal, che secondo alcune leggende fu il primo nano a ricevere la conoscenza delle Rune da Mudrok.
Tra le leggende più antiche che riguardano i Kurbal c'è il loro ruolo nelle leggendarie Guerre dei Troll, e tutt'oggi i troll sono considerati i peggiori nemici e le antitesi assolute di ogni Kurbal che si rispetti.
Sostanzialmente neutrali nelle lotte di potere pre-Guerra degli Orchi, il clan è sempre stato trattato con rispetto dagli altri Clan.
I Kurbal di sangue puro sono mediamente un poco più alti degli altri nani, i capelli solitamente neri con gli occhi nocciola. Non è insolito in questa famiglia trovare persone con occhi di colore diversi (uno nero e l'altro nocciola, più raramente uno nero e l'altro grigio scuro). Questa caratteristica ha iniziato a emergere dopo la fusione dei Kurbal con i Trimog, un clan scomparso intorno al 12° ciclo.
Tra i Kurbal il massimo rispetto viene portato al Capo-Clan, che ottiene la sua posizione per ereditarietà.
I Kurbal hanno un senso di appartenenza all'Impero molto più profondo degli altri clan. Per questo motivo spesso i Kurbal godono dei favori imperiali: vengono reclutati molti Conestabili dalle loro fila, che mantengono buoni rapporti con il clan d'origine anche dopo l'abbandono formale delle sue file. Allo stesso modo molti artigiani Kurbal si specializzano nella riparazione dei Golem in caso di evenienza bellica, o nello studio di antiche conoscenze del loro popolo.
I Kurbal sono noti per la loro attitudine diplomatica e tradizionalista. Sono spesso collezionisti, avidi possessori di ricchezze non solo pecuniarie ma anche culturali (statue, reperti). Alcuni di loro amano gli studi e la conoscenza, altri hanno una concezione rigorosa e lealista del servizio militare e della fedeltà all'imperatore. La Legge ed il Dovere sono valore fondamentali nella loro cultura. E spesso anche la loro abilità come artigiani viene messa al servizio dell'utilità collettiva, i loro alchimisti amano specializzarsi nella medicina, gli artigiani nella riparazione di golem ecc...
A nome dell'impero è compito dei Kurbal regolare l'accesso alla Torre delle Rune, autorizzando esclusivamente i membri idonei degli altri clan.
Lo stemma del clan è un elmo alato in campo nero circondato da 8 rune rosse.

IL CLAN DURLACH

Il Clan Durlach è un clan piuttosto recente, sorto dalla fusione di numerosi clan minori usciti sconfitti dal periodo delle guerre tra i clan. Durlach, in particolare, pare fosse un capo clan giovane ma facoltoso ed intrapendente che costituì le famiglie minori in una lega, creando un clan piuttosto numeroso e vigoroso.
Proveniendo da clan minori e meno ricchi i membri dell'attuale clan Durlach erano spesso tra i nani di estrazione più umile di Saretec. Dopo la creazione del nuovo clan la loro 'estrazione popolare' è divenuta per loro motivo di orgoglio, così come la loro abilità in tutte quelle attività spesso più faticose e meno nobili (dalla cucina, alla caccia allo scavo minerario) è divenuta abbastanza nota a Saretec. I Durlach non hanno caratteri somatici definiti, vi sono membri di tale clan biondi e di carnagione chiara, ed altri mori e piuttosto scuri.
Per questo motivo essi amano distinguersi come 'carattere'. I Durlach amano la musica, la buona cucina, il bere ed il lavoro duro. Loro simbolo è il piccone, arma e strumento prediletto in assoluto rispetto all'ascia 'aristocratica'. Sono grandi organizzatori di feste, ma a differenza delle sofisticate giostre e degli eventi mondani dei Darbek le loro feste sono abbondati banchetti che si dilungano anche per giorni.
Nei Durlach l'organizzazione interna è spesso più confusionaria che in altri clan e nei vari mestieri possiedono un minore rispetto delle gerarchie, rispetto alle altre famiglie. Questo spinge spesso i Durlach a sprecare molte delle loro risorse per pianificare l'organizzazione interna. L'autorità del capo-clan rimane comunque indiscussa e sopra le parti.
I Durlach sono spesso più confusionari e meno sofisticati di altri nani, producono più lavoratori che studiosi e amano più il gozzoviglio della disciplina militare.
Loro strumento-simbolo è il piccone.
A nome dell'impero è compito dei Durlach regolare l'accesso alle miniere cittadine di Saretec, autorizzando esclusivamente i membri idonei degli altri clan.
Lo stemma del clan è rappresentato da un piccone ed un martello.

IL CLAN BOLTHRAN

Il clan Bolthran è uno dei clan più antichi dopo il Kurbal e pare abbia mantenuto una linea di sangue piuttosto pura dai tempi del fondatore fino ad oggi, non inglobando mai altri clan.
Durante l'era appena trascorsa i Bolthran si sono distinti per i loro frequenti contatti con gli umani ed hanno visto accrescere, attraverso gli scambi mercantili, la loro posizione economica da piccolo clan marginale al più ricco clan di Saretec, ruolo che mantennero fino alla Guerra degli Orchi, che costituì per loro l'inizio di una fase decadente.
I membri del clan Bolthran hanno spesso antenati comuni, sono molto di frequente tutti imparentati tra loro ai limiti dell'incesto (sposano anche cugini di primo grado). I loro tratti somatici, dal naso pronunciato e la capigliatura cresposa, sono quindi ridondanti, ma soprattutto sono caratterizzati dalla loro statura insolitamente bassa anche per i nani.
È molto raro vedere un Bolthran che superi il metro, metro e cinque, di altezza. Al contempo sono caratterizzati da un'insolita longevità, aiutata dal fatto di tenersi spesso più alla larga di altri clan dalle professioni pericolose.
Attività storicamente prediletta dai Bolthran è la mercatura, abili mercanti e convincenti nelle trattative non sono mai stati spaventati in passato dai frequenti contatti con gli umani, e si diceva che ambasciatori di questo clan fossero frequentemente ben ricevuti nelle corti di Talessar e Asterat, pare inoltre che avessero delle partecipazioni rilevanti in diverse gilde mercantili di Beryl.
I rapporti tra i Bolthran sono spesso legati al sangue ed al censo. I membri più ricchi e di successo del clan sono spesso i più stimati.
I mestieri a più alto valore aggiunto (mercante, orefice, costruttore) sono spesso i più praticati ed apprezzati da questo clan, pur non mancando miliziani esperti nella sorveglianza e sicurezza, studiosi e simili.
I Bolthran sono nani particolarmente avidi, e sebbene definiti da alcuni addirittura 'gretti' hanno spesso un'intelligenza ed un acume per gli affari insolito, che gli consente di entrare in contatto ed affascinare l'interlocutore indipendentemente dalla sua cultura e dalla sua razza. Per questo sono spesso i nani più avvezzi all'esplorazione, ai lunghi viaggi e tra i meno influenzati da pregiudizi razziali e sociali. I Bolthran sono grandi amanti del lusso.
A nome dell'impero è compito dei Bolthran regolare l'accesso all'area vulcanica delle forge e delle fucine, autorizzando esclusivamente i membri idonei degli altri clan.
Lo stemma del clan raffigura un diamante con delle rune su ogni sfaccettatura.

Isylea © 2003-2017