Isylea

Cultura

LA SOCIETÀ DEI NANI

La società dei Nani, comunemente chiamata Impero Nanico o Impero Sotterraneo, esiste sostanzialmente da millenni.
I clan rimangono, tutt'ora, la base della società nanica. Pur trattandosi di una famiglia allargata, che di solito prende il nome dal suo fondatore, nel clan i diversi membri hanno funzioni e status diversi, ma soprattutto si dividono i diversi compiti (ci saranno quindi soldati, saggi, capi e artigiani). I clan sono tuttavia divenuti un retaggio del passato e non hanno più il potere di farsi guerra e combattersi come un tempo.
Il potere è stato centralizzato, anche politicamente, dall'Imperatore, che ha creato una società bipartita. Da un lato l'individuo ha uno status sociale all'interno del clan, che regolerà i rapporti interni al clan e 'familiari' per così dire (ci sarà quindi il rispettato capo-clan e l'umile servitore) dall'altro ha uno status sociale rispetto allo Stato ed all'Impero.
Essendo l'Imperatore a capo dei Golem, ecco che essi divengono automaticamente guardie dell'Impero, nonché esterni ai clan e devoti al potere pubblico.
I clan sono dunque ormai organizzazioni economico-sociali più che veri e propri Stati nello Stato come erano un tempo. I membri del clan sono in un certo senso anche "dipendenti" del clan stesso e di solito i grossi commerci, gli affari e le risorse vengono gestiti a livello di clan. I nani guerrieri vengono anch'essi riuniti a livello di clan in una sorta di milizia, che può poi prestare servizio all'impero (come l'esercito regolare che invece è costituito da golem) ma operano anche come guardiani e difensori del proprio clan. La giustizia un tempo veniva gestita internamente al clan, questo vale ora solo per punizioni minori, provvedimenti amministrativi, mentre i crimini ed i reati seri vengono gestiti da rappresentanti dell'imperatore.
La stragrande maggioranza della popolazione si aggrega ai diversi clan, che forniscono ai singoli nani, come corporazioni, i mezzi per sostenersi o mantenere in piedi una determinata attività. Esistono poi alcuni nani che restano al di fuori dei clan, e in una società dominata da un simile oligopolio non hanno spesso molti mezzi per farsi spazio. Questi sono membri di famiglie tanto umili da non essere affiliate a nessun clan, spesso resti di antichi clan smembrati o discendenti di esuli, oppure sono esuli loro stessi cacciati da qualche clan per qualche genere d'oltraggio e non affiliatisi poi a nessun altro clan. Infine ci sono personaggi che vengono chiamati ad abbandonare il mestiere svolto all'interno del proprio clan: questi sono i Conestabili, consiglieri ed amministratori, nani passati alle dirette dipendenze dell'Imperatore.
I singoli nani che non hanno spesso livelli sociali all'interno dei clan cercano invece di servire fedelmente l'Impero, guadagnando potere pubblico che, sebbene non gli valga rispetto, gli dà almeno ricchezza e potere decisionale.

Se il Clan si auto-governa come una famiglia (alcuni più dispotici, altri più liberali), lo Stato ha degli organi di governo essenziali:
- Il Senato è una grande assemblea presieduta dall'Imperatore stesso dove, quasi-democraticamente, possono prendere parte tutti gli individui maggiorenni, non criminali o reietti dello Stato. Sebbene qui la parola dell'Imperatore sia legge, è divenuto il luogo dove si dirimono gran parte delle controversie tra le diverse casate.
- I Conestabili sono membri della società nanica Servi Personali dell'Imperatore. Sono rari individui che hanno rinunciato alla loro arte nel clan per esercitare un potere pubblico in nome dell'Impero stesso. Spesso "arbitri" nei confronti delle gerarchie dei clan fungono anche da spie, diplomatici e pubblici ufficiali (ma non soldati, l'esercito imperiale è rappresentato dai golem, quello dei clan dalle milizie o consorterie armate di ogni casato). Sono alti magistrati dell'Impero, ed al contempo alla guida delle truppe di golem al suo servizio. Un tempo il potere dei singoli Clan era superiore a quello dell'Impero stesso. Ogni Clan aveva le sue leggi, i suoi territori, le sue milizie e si governava autonomamente, concedendo all'Impero di intervenire solo su eventi marginali o religiosi.
L'Imperatore è forte sia del potere religioso che del potere militare dei Golem e mantiene l'equilibrio di potere tra i Clan, spingendo i Nani a cooperare per rifondare il grande Impero ormai perduto. L'Imperatore è anche considerato un rappresentante di Mudrok tra i nani e la sua figura viene molto rispettata.
L'Impero non è ereditario, bensì elettivo. Alla morte di un imperatore i Conestabili e i membri dei diversi clan sono chiamati ad eleggerne un altro. Di solito si tratta di una persona giovane, che mostri di avere il favore di Mudrok.

MISURAZIONE DEL TEMPO

Il Calendario Nanico ha sempre creato grossi problemi ai membri delle altre razze, soprattutto agli storici del Vecchio Continente.
I Nani calcolano infatti il tempo in base a quanto manca al prossimo "ciclo" (il passaggio del meteorite che lascia cadere frammenti di ferro meteorico sui monti orientali) e tale datazione venne adottata 2287 anni prima della fondazione di Khenam.
Secondo il Calendario Nanico, o Calendario Ciclico, il tempo viene suddiviso in Cicli, ogni Ciclo contiene 31 anni e indica l'arrivo del "Dono di Mudrok". Gli anni all'interno di ogni Ciclo vengono però contati al contrario, partendo da 30 e finendo a 0. Gli anni vengono suddivisi normalmente in dodici mesi che vengono contati al contrario a loro volta, dal dodicesimo al primo.
Una tipica data del Calendario Nanico sarebbe quindi: è il settimo giorno del quarto mese del dodicesimo anno prima del settantunesimo ciclo.

Isylea © 2003-2017