Isylea

Il Regolamento di Isylea

IL PROPRIO PERSONAGGIO

  1. Il personaggio che lo Staff assegna ad un utente è da ritenersi personale e non cedibile a terzi.
  2. L'utente è in qualsiasi caso responsabile del proprio personaggio.
  3. È vietato fornire la password del proprio personaggio o del forum a terzi. La password scelta non viene visualizzata né conosciuta dallo Staff. Tale password non verrà mai richiesta da alcun membro dello Staff né dai suoi collaboratori.
  4. Ogni singolo utente potrà utilizzare unicamente un personaggio.
  5. In caso di richiesta di un nuovo personaggio il precedente sarà cancellato e non più riottenibile.
  6. Lo staff ha la possibilità di revocare l'assegnazione di un personaggio qualora vengano infrante delle regole o qualora l'utente non giochi più.
  7. Ogni personaggio dovrà possedere un nome consono all'ambientazione, come indicato qui.
  8. Ogni personaggio dovrà possedere una descrizione fisica che rispecchi l'ambientazione e le effettive caratteristiche del personaggio. In caso di descrizioni non consone lo Staff potrà chiederne la modifica e in caso di recidività prendere provvedimenti.
  9. Ogni personaggio potrà avere una propria immagine, che dovrà seguire le regole indicate nell'apposito topic tra gli avvisi del forum.
  10. L'interpretazione del proprio personaggio dovrà rispettare l'ambientazione e le caratteristiche del proprio personaggio in qualsiasi situazione, non soltanto quando questo porti un qualche tipo di vantaggio meccanico.

REGOLE SULL'USO DEL GIOCO E DEI CANALI

  1. È severamente proibito e punito con denuncia alle autorità competenti, arrecare qualsiasi tipo di danno ai giocatori, alle strutture del server, del sito o del forum. È altresì vietato manomettere il client di gioco.
  2. È severamente vietato mentire sulla propria identità virtuale, ovvero spacciarsi per un membro dello Staff o per un altro giocatore.
  3. È severamente vietato accedere o provare ad accedere con personaggi o account altrui.
  4. È severamente vietato utilizzare qualsiasi canale comunicativo per uno scopo diverso da quello per il quale è stato pensato o in ogni caso usarli in modo eccessivo o inutile (spamm). In generale è assolutamente vietato usare i canali ON-GDR per comunicazioni OFF-GDR e viceversa.
  5. L'uso del comunica in gioco è da considerarsi permesso unicamente per comunicazioni ritenute importanti e sufficientemente urgenti da non poter essere effettuate sul forum. Preso atto del potenziale elevato numero di giocatori è assolutamente vietato usare il comunica per messaggi particolarmente lunghi, particolarmente frequenti o in qualsiasi modo evitabili (in particolare evitate messaggi di preavviso del tipo "ciao", "c'è nessuno?" "posso chiedere una cosa?", che tra l'altro qualcuno usa unicamente per accertarsi della presenza o meno di amministratori in gioco...). Ricordate sempre che potrebbero non esserci amministratori online per rispondere oppure potrebbero semplicemente essere impegnati e quindi impossibilitati a rispondere.
  6. È vietato non segnalare qualsiasi tipo di BUG riscontrato nel gioco.
  7. È assolutamente vietato sfruttare qualsiasi tipo di BUG o meccanica malfunzionante allo scopo di riceverne vantaggi o recare svantaggi ad altri giocatori.
  8. Non è consentito l'utilizzo di programmi esterni allo scopo di ottenere vantaggi in gioco, in particolar modo è vietato l'utilizzo di programmi che eseguano macro per l'automatizzazione dei comandi.

REGOLE GENERALI DI COMPORTAMENTO

  1. È assolutamente vietato adottare un linguaggio volgare su qualsiasi canale.
  2. Anche in gioco è vietato utilizzare espressioni particolarmente volgari, parolacce o bestemmie.
  3. È vietato insultare od offendere altri giocatori.
  4. In ogni canale vige la libertà di pensiero, di razza, di sesso, di religione, di ideologia politica, ma è assolutamente vietata l'ostentazione in ogni sua forma.

REGOLE PER LA CONDOTTA DEL GIOCO

  1. È necessario in ogni momento seguire l'ambientazione e la caratterizzazione del proprio personaggio a meno che non siano gli amministratori stessi a permettervi di fare altrimenti. L'ignoranza sull'ambientazione non risulta scusa valida per non seguirla.
  2. L'interpretazione e la caratterizzazione del proprio personaggio non potrà mai contravvenire alle linee guida dell'ambientazione del gioco.
  3. L'interpretazione e la caratterizzazione del proprio personaggio non deve limitare eccessivamente la libertà altrui o portare ad azioni vietate (vedesi punti successivi).
  4. È necessario, in gioco, interpretare il proprio personaggio e l'ambientazione in qualsiasi momento, anche quando questo porti a palesi svantaggi.
  5. È vietata l'interpretazione di situazioni a sfondo sessuale o caratterizzate da un'eccessiva violenza. È vietata l'interpretazione di situazioni che limitino fortemente la libertà di altri giocatori senza l'altrui consenso.
  6. Ogni giocatore è responsabile delle conseguenze della propria interpretazione e non potrà in alcun modo recriminare sulle reazioni degli altri giocatori, se queste avvengono secondo le regole di cui sopra.
  7. Uccidere un personaggio non è vietato in assoluto, è possibile come atto estremo. È possibile se l'uccisione di quel personaggio ha comportato una massiccia dose di gioco e si arriva ad un punto in cui una determinata giocata può concludersi SOLO con una morte. In un gioco è facile uccidere, niente rimorsi (e anzi molti se ne sentono notevolmente appagati). In realtà togliere la vita ad un altro essere umano è quanto di più orribile si possa sopportare.
  8. I MOB umanoidi (un cacciatore, un soldato, un vagabondo) godono degli stessi diritti dei personaggi ed impongono gli stessi vincoli di interpretazione esposti nei punti precedenti. Di conseguenza non vanno considerati come sagome di sottofondo incapaci di reagire: ad esempio se commettete un crimine in presenza di un MOB umano, siate consci del fatto che quest'ultimo possa essere perfettamente in grado di testimoniare contro di voi.
Qualsiasi situazione non espressamente menzionata in questo regolamento sarà giudicata dagli amministratori secondo la loro esperienza.

Isylea © 2003-2017